MINIMALISMO – Come cominciare – La mia storia

MINIMALISM – How to start – My story” in english

Chi mi conosce da anni stenterà a crederci, perchè io son sempre stata una accumulatrice seriale dalle mani bucate, che comprava e teneva qualsiasi cosa.

Ho sempre avuto uno spropositato attaccamento alle cose materiali quando mi ricordavano qualche cosa. Un sacchetto, un pezzo di carta, un oggetto, abiti, etc – Se mi ricordava qualche cosa dovevo tenerlo. Solo che avendo fatto una vita di viaggi e traslochi, ho accumulato veramente di tutto.

Da ormai un anno circa mi ero liberata di alcune cose, ma in modo del tutto naturale, senza accorgermene neppure.

Poi ho avuto una necessità. Ripartire per Londra con il meno possibile, non lasciando nulla indietro. Perchè non sarei tornata, non ne avrei avuto bisogno. Quindi nel mio caso è nato tutto da una esigenza, ma ci ho preso gusto nel momento in cui liberarmi delle cose diventava sempre piu’ facile.

Ho scelto cosa tenere, ho scelto come e quando liberarmi del resto.

Nei mesi ho deciso cosa potevo mettere in vendita nei vari mercatini sui social networks.

Funziona. Ho venduto un po’ di roba, non con cifre esorbitanti, ma tanti piccoli oggetti a basso costo creano poi alla fine una bella cifra, piccola ma pur sempre una cifra.

Ed è qui che mi sono soffermata a riflettere.

Seppur piccola è una cifra di denaro che sino ad ora era solo un accumulo di oggetti che prendevano polvere e che non usavo.

Ho visto questo passaggio come un investimento. Meno roba impolverata e più soldi.

Ho faticato all’inizio a liberarmi degli oggetti, ma ci sono riuscita pensando che comunque “il loro ricordo” non lo vendevo. Ho cominciato ad aprire mobili ed armadio, a cercare roba da poter dare via.

E quando fai certe cose non hai idea di quello che salta fuori. Sacchetti enormi pieni di prodotti per il bagno in versione “mini” recuperati quando lavoravo come responsabile a destinazione in giro per Hotel di mezzo mondo. Li ho aperti e colati dentro a varie bottigliette di shampoo vuote. E li ho usati. Finalmente.

Ho analizzato la mia collezione di make up, principalmente MAC, ed ho deciso cosa doveva andare via. Ho quindi cominciato ad usare i prodotti che volevo finire, ed altri li ho regalati.

Ho aperto i cassetti e capito che…no Ellie, quei 6 tops che non metti da 10 anni e che sono praticamente nuovi, non li metterai mai piu’. Vendili.

Le borse? Come on Ellie, hai sempre la stessa borsa. Scegline 4 e dai via il resto. Piuttosto regali il resto.

E piano piano ci ho preso gusto. Mi piaceva l’idea di ricominciare da capo. Nuova vita con pochi oggetti ma comunque tanti ricordi dentro.

Negli ultimi mesi ho continuato ad andare per negozi per sfizio, e ne sono sempre uscita a mani vuote. Si, persino da Tiger! Ragionando come ragiono adesso, non c’era nulla che mi serviva veramente. Veramente.

E’ un percorso che consiglio a tutti, non è facile ma è un grande cambiamento che fa sentire veramente bene. Almeno con me è stato cosi’.

Oltretutto liberarsi della roba superflua e smettere di comprare roba nuova, porta inevitabilmente ad un risparmio economico, che si fa sentire non poco con il tempo!

Oggi pertanto avevo voglia di portarti con me in questo percorso, per vedere insieme

Come diventare minimalista.

Prendi ispirazione. Cerca online magari su Pinterest, Minimalism, e troverai un sacco di idee ed immagini. Se quello che vedi ti piace, vai avanti. E’ quello che fa per te. Dovrebbe trasmetterti un senso di pace, di relax, di ordine mentale e di organizzazione.

Dopo qualche tempo mettiti alla prova. Vai per negozi. Ma cerca di vedere tutto con occhi differenti, piu’ critici. Ne hai veramente bisogno? E’ un oggetto che ti serve? Che userai? Quante magliette hai già simili a questa? Ti serve veramente?

Le parole hanno un grande potere, cosi’ come i pensieri. Comincia a pensare da minimalista. Comincia a guardarti intorno e a gioire del fatto che ti piace il cammino che hai intrapreso. Piu’ ti ripeterai che ormai hai deciso per questo stile di vita minimalista, e piu’ crescerà la convinzione e la facilità con cui farlo.

Approposito del fatto che i nostri pensieri hanno un grande potere ti invito a leggere il mio post sulla Law of Attraction. – Ottieni ciò che vuoi.

Meno significa di piu’. Meno roba in giro per casa significa piu’ tempo per te e per altre cose, perchè devi pulire meno, mettere meno in ordine. Meno caos significa piu’ organizzazione. E piu’ organizzazione significa meno stress.

Produttivià. Non immagini come io sia diventata molto, ma molto più produttiva da quando ho intrapreso questo camminino di “minimalism”. Avere piu’ ordine intorno a me mi fa essere molto organizzata e da tutto cio’ arriva una strana e forte energia che mi permette di fare tante cose, anche una dietro l’altra, senza mai aver voglia di rinviare tutto.

Affrontiamo il mondo del minimalismo come RISPARMIO ECONOMICO.

  • Lo voglio oppure ne ho bisogno? Domandatelo quando stai per comprare qualsiasi cosa.
  • Compra con l’intenzione di farlo. Se stai per comprare una cosa che non era in programma, molto probabilmente non ne hai veramente bisogno.
  • Fai una foto. Tanto ormai facciamo foto a qualsiasi cosa. Se non hai certezza di aver veramente bisogno di quel tale oggetto, fotografalo. Pensaci. Spesso il desiderio passa dopo qualche giorno, ed allora capirai che non era veramente indispensabile. Money risparmiati, bingo!
  • Libri? Vai di eBooks. Io li detestavo lo ammetto, ma invece ho cominciato ad apprezzarli. Costano molto meno della versione cartacea e poi non li devi tenere a vita a prendere polvere. Non serve necessariamente un lettore Kindle, esiste l’app di Kindle che ti permettere di usare il tuo smart phone come lettore.
  • Crea un giorno di “no spese oggi”. Sempre lo stesso ogni settimana, ed in quella particolare giornata non acquistare nulla.
  • Elimina almeno la metà dei caffe’ che prendi al bar ogni settimana. Poi fatti due calcoli.
  • Compara i prezzi di qualsiasi cosa. Attrezzature, cibo. Tutto. Spesso compriamo di impulso e poi scopriamo che potevamo risparmiare.
  • Fai una spesa “produttiva”. Compra cio’ che realmente ti serve per un tot di giorni. Molti prodotti possono essere usati per creare diversi ottimi piatti. Usa tutto, cerca di non comprare tanta roba per lunghi periodi. Oggi la acquisti ma non ti serviva oggi, pensi “la mangero’ in futuro”. Ma quel giorno poi spesso non arriva perchè idea, vuoi altro ed esci a comprare altro. Cosi’ hai comprato “doppio” e magari l’altro alimento è anche scaduto nel frattempo!
  • Tanti oggetti possono essere riutilizzati ed hanno doppio-utilizzo. Barattoli di vetro per alimenti, lavalo bene, dipingilo, e puoi creare bellissimi vasi per i fiori. Scatole e cassette varie di legno. Tienile. Decorale e ti aiutano ad organizzare la casa.
  • Crea i prodotti che ti servono per la casa. Spesso ottimi detergenti possono essere fatti in casa con semplici ingredienti. Fai una ricerca online e scoprirai un mondo!

Minimalismo non è la mancanza di qualche cosa, ma la presenza di cio’ di cui hai veramente bisogno e che ti da’ gioia.

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *